Giannutri: un’isola “per pochi”. Come visitarla

Premettiamo subito che Giannutri non è un’isola per tutti. E’ particolare, diversa da tutte le altre isole e luoghi di villeggiatura.

Si trova a sud dell’arcipelago Toscano, a sud dell’Isola del Giglio. E’ un’isola piccolissima, senza strade asfaltate, qui si gira tutto a piedi.
E’ infatti vietato portare mezzi sull’Isola, che è protetta.

Per soggiornare, è possibile fare una ricerca su Airbnb, (da questo link fino a 34 € di sconto!) dove troverete numerose proposte di privati che mettono a disposizione le loro abitazioni e qualche B&B: sull’isola non ci sono alberghi.

Come dicevo, non è un’isola adatta a tutti: infatti c’è poco è niente: è molto piccola, si gira tutta a piedi e le strade non sono asfaltate: (piccolo consiglio: non portatevi trolley, rischiate di romperli x raggiungere la vostra sistemazione!).

La sensazione che si ha girando l’Isola è che sia un grande villaggio turistico: casine qui e li, tutti che si conoscono e si salutano, villeggianti che passeggiano x l’unica strada accessibile e percorribile, in costume e in abbigliamento molto informale.

Non ci sono porti veri e propri ma soltanto due approdi ai lati opposti dell’isola: Cala Spalamtoio e Cala Maestra, collegate tra loro dal sentiero che vi menzionavo poco prima: è severamente proibito uscire dal sentiero e “fare trekking” in zone alternative perchè appunto, zona protetta. E’ vietato anche andare in alcune zone intorno l’isola che sono interdette alla balneazione, alla navigazione, all’ancoraggio ed ovviamente alla pesca.

Scendere sull’isola e “visitarla” (che in sostanza significa percorrere il sentiero da un capo all’altro) costa 4 euro. Non so se si pagano anche come tassa di soggiorno per chi affitta l’appartamento ma credo di si.

La famosa Villa Romana è zona vietata in autonomia ma si può’ accedere solo con una guida, in alcuni giorni a settimana.

Quando dico che non c’è nulla, è letteralmente cosi: c’è solo un mini market con pochissime cose e si vuole qualcosa di fresco come pane, pesce o altro bisogna ordinarlo entro la sera prima per il giorno dopo: arriverà poi con la nave dall’argentario.
I prezzi ovviamente sono altissimi. Idem per il bar accanto, unico dell’isola: tutti si ritrovano qui al tramonto per un aperitivo.
Non ci sono ristoranti ne altro: questi sono gli unici due sull’isola.

 

Si raggiunge da Porto Santo Stefano con il traghetto, con un tragitto di 1 ora circa, o in giornata con escursioni in barche turistiche o gommone dall’Isola del Giglio.

L’Isola non è per tutti perché è solitaria, senza attrazioni, molto “wild” e con molte restrizioni: quindi vi piacerà solo se amate una vacanza immersi nella natura, in completo relax e non amate troppo le comodità quotidiane.

Ecco, se siete amanti del total relax, quest’isola farà al caso vostro: oltre ad un mare stupendo, vi godrete tramonti stupendi, in un’isola piccolissima, non affollata e in mezzo alla natura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...