#Sanremo2018 – Diario di viaggio – Day 2

Secondo giorno: si entra nel vivo del festival. La sala stampa sta diventando la nostra seconda casa. Abbiamo conferenze da mezzogiorno alle 7 di sera una dietro l’altra. E’ un susseguirsi di emozioni e di sensazioni bellissime.

Seguire il festival da qui è troppo bello:  ci si confronta, si urla alle canzoni preferite, si fa la standing ovation a Vessicchio, idolo indiscusso di tutta la sala stampa, si comincia a canticchiare le canzoni che ci sono piaciute di più, ci si confronta sull’episodio di Moro-Meta: c’è chi è d’accordo sia un plagio e quindi va espulsa, chi invece addossa la colpa all’autore che si è “auto plagiato”. In ogni caso viverla da qui ha tutto un altro sapore, un altro colore… ti senti parte del festival stesso.

Ieri ho cominciato a fare le pagelle ma poi non mi sono sentita bene ed ho smesso ed ho cancellato, per par condicio le canzoni votate. Vi parlerò della mia opinione sulle canzoni nei prossimi giorni 🙂

Vi chiedo scusa se non ho aggiornato subito il blog, ma davvero ero senza forze.

Voi cosa mi dite di questo festival? Chi vi piace dei big e chi dei giovani? 🙂

Io adoro “Il congiuntivo” di Baglioni, esibiti oggi, mentre dei big mi piacciono Annalisa, Red Canzian e Lo stato sociale.

like

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.